back




Foto gentilmente concesse da Casa Editrice Bonechi


Il Giardini lo inizi nel 1722, il Lassurance continu i lavori, l'Aubert e i Gabriel lo terminarono nel 1728. In origine fu costruito per la figlia di Luigi XIV, la duchessa di Borbone, che dette il suo nome al palazzo. Divenne nel 1764 propriet del principe di Cond e fu da questi ampliato fino a raggiungere l'aspetto attuale. Dal 1803 al 1807 Napoleone fece costuire dal Poyet la facciata, in armonia con l'altra della Madeleine che la fronteggia lontana, in fondo alla rue Royale. Il portico della facciata reca un frontone allegorico, che il Cortot scolp nel 1842. Altri bassorilievi allegorici nelle ali sono opera di Rude e di Pradier. L'interno ricco di opere d'arte: baster ricordare che Delacroix vi decor dal 1838 al 1845 la Biblioteca con la Storia della Civilt, mentre sempre in questa stanza, Houdon scolp i busti di Diderot e di Voltaire. Sede, prima, del Consiglio dei Cinquecento e poi Camera dei Deputati, oggi ospita l'Assemblea Nazionale.