home



Foto gentilmente concesse da Casa Editrice Bonechi


Nel 1969, Georges Pompidou decise di dar vita ad un importante centro culturale, nell'area chiamata "plateau Beaubourg". Venne lanciato un concorso internazionale in cui risult vincitore il progetto di Renzo Piano e Richard Rogers. Iniziato nell'aprile 1972, fu solennemente inaugurato da Giscard d'Estaing il 31 gennaio 1977. L'edificio, una "macchina urbana" come stato spesso definito, occupa un'area di centomila metri quadrati. Ciascun tubo dell'esterno dipinto in un colore differente, poich ogni colore corrisponde ad una diversa funzione: il blu corrisponde all'impianto di climatizzazione, il giallo a quello elettrico, il rosso alla circolazione e il verde ai circuiti dell'acqua. Gli ultimi tre piani sono occupati dal Museo Nazionale di Arte Moderna. A fianco del Beaubourg vi la "fontana di Tinguely", lo scultore cinetico del gruppo del Nouveau Ralisme, che si form ufficialmente a Parigi il 27 ottobre 1960.